lunedì 11 dicembre 2017
Testata Turismo Parma Paganini Congressi Archivio Foto Homepage www.comune.parma.it Emilia romagna turismo

Strumenti personali

Tu sei qui: Home / Scopri il territorio / Itinerari e visite / Itinerari enogastronomici / Lungo la strada del Culatello di Zibello

Lungo la strada del Culatello di Zibello

Parma, Fontanellato, San Secondo, Soragna, Busseto, Polesine Parmense, Zibello, Roccabianca, Sissa, Colorno - Zibello - PR - 43010
Telefono: +39 052499131
Descrizione:

Itinerario: Parma, Fontanellato, San Secondo, Soragna, Busseto, Polesine Parmense, Zibello, Roccabianca, Sissa, Colorno
Come: in auto
Quando: tutto l'anno
Durata: 80 km, da fare in giornata o in un weekend

La Strada del Culatello che percorre lungo il Po i Comuni della Bassa offre un invidiabile carnet di sapori e può essere percorso in auto, in barca sul fiume, oppure in bibicletta, sulle piste ciclabili che collegano rocche e luoghi verdiani.  
Si parte da Parma in direzione Fontanellato, piccola cittadina dominata dalla maestosa mole della Rocca, eretta nel '400. Qui si segnala il mercatino dell'antiquariato, uno dei più grossi della zona, importante appuntamento per gli appassionati che si svolge ogni terza domenica del mese, intorno alla rocca.
Si prosegue in direzione San Secondo, dove sorge la Rocca, costruita da Pier Maria Rossi nel 1450-60. Qui, l'ultima domenica di agosto, si tiene la Fiera della Fortanina e della Spalla, dedicata ai due prodotti più famosi enogastronomici della zona.

A Soragna meritano una visita la superba Rocca Meli Lupi, secondo antiche tradizioni dimora di un fantasma, la Sinagoga e il Museo del Parmigiano-Reggiano.
Tappa successiva è Busseto, patria di Giuseppe Verdi, in realtà nato a pochi km di distanza a Roncole, dove si trova la Casa Natale. Qui si possono visitare il Teatro e la
Villa Pallavicino. Lungo il tragitto incontriamo Polesine Parmense, borgo incluso nel feudo dei Pallavicino, piccolo centro famoso per la produzione del Culatello.

A Roccabianca possiamo ammirare la Rocca, che si narra sia stata fatta costruire nel '400 da Pier Maria Rossi per l'amata Bianca Pellegrini. Procedendo verso sud, superando il fiume Taro, incontriano Sissa, piccolo borgo del X secolo. Passando dalla piazza si nota la Rocca originaria del '300.

Ultima tappa è Colorno con la sua sontuosa Reggia farnesiana e l'attiguo Parco. Da qui si fa ritorno verso Parma percorrendo la Statale 343.

Data dell'ultimo aggiornamento:
28/03/2015