mercoledì 26 giugno 2019
Testata Turismo Parma Paganini Congressi Archivio Foto Homepage www.comune.parma.it Emilia romagna turismo

Strumenti personali

Tu sei qui: Home / Servizi e fiere / Servizi utili / Biblioteche, emeroteche, librerie / Archivio storico Barilla

Archivio storico Barilla

error while rendering sc.social.likes
Via Mantova - 166 - Parma - PR
Telefono: +39 0521262944 Fax: +39 0521263053
Orario:

L'’accesso è solitamente ammesso per ricercatori, insegnanti, studenti universitari e delle scuole superiori. Si accettano gruppi per un massimo di 15/20 persone per i quali è possibile richiedere visite guidate.
Prenotazione telefonica con il Responsabile oppure richiesta scritta, anche via fax o e-mail, con indicate le proprie generalità, un recapito telefonico e la ricerca che si intende effettuare.

Tesi di Laurea: richiesta scritta - per posta o via fax - con indicate le proprie generalità, un recapito telefonico, Relatore della tesi, titolo e argomento.

E' sufficiente stampare su carta intestata dell'Università e compilare il modulo già predisposto

Descrizione:

L'Archivio Storico nasce nel 1987, per volontà della Presidenza della Barilla, con l'obiettivo di raccogliere, conservare e valorizzare la documentazione storica prodotta dall'azienda e quella reperita presso archivi pubblici e privati esterni. Essa consente a chiunque ne faccia richiesta di ripercorrere la storia, l'attività economica, la strategia comunicativa e pubblicitaria del marchio, attraverso un secolo e più di vita. Una storia che si intreccia con quella della città e più in generale con l’evoluzione della storia sociale ed economica del Paese.

I documenti archiviati percorrono la vita dell’azienda a partire dal 1877 con una maggiore concentrazione nel periodo compreso tra il 1908/10 e i giorni nostri.
Oltre alla documentazione della Barilla, fanno parte dell’Archivio Storico anche gli archivi d’impresa di alcune aziende entrate nel gruppo Barilla negli anni 70:

  • Braibanti, fondata a Parma dall'ing. Ennio Braibanti nel 1870
  • Mulino Bianco, nata nel 1975
  • Pavesi, sorta nel 1940 a Novara per volontà di Mario Pavesi
  • Voiello, nata a Torre Annunziata dall'iniziativa di Teodoro Voiello nel 1879.

Il 30 novembre 1998, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, tramite il Sovrintendente agli Archivi per l'Emilia Romagna, ha dichiarato l'Archivio Storico Barilla di notevole interesse storico, perché testimone dello sviluppo dell'industria alimentare e dell'evolversi del costume in Italia.

Costituiscono l’'Archivio Storico Barilla:

L'’archivio: diverse migliaia di fascicoli ordinati in base ad un thesaurus di parole chiave.
La biblioteca: oltre a volumi in cui è citata Barilla, che vanno dalla seconda metà dell'Ottocento ai nostri giorni, vi figurano testi su coltivazione del grano e dei cereali, macinazione e mulini, lavorazione delle farine, pane, pasta, biscotti e alimentazione, nonché sulla storia aziendale delle principali Società italiane a partire dal 1887.
Emeroteca: raccolta completa degli house organ dell'azienda, dai bollettini degli anni Sessanta all'attuale Gente Barilla, di Natura Amica, foglio inviato dal 1982 al 1995 a tutti i consumatori interessati alle promozioni Barilla, e di Linea Bianca, dal 1970 ad oggi strumento di comunicazione con la rete vendita, nonché alcune testate di pubblicità, marketing e comunicazione o di interesse locale.
Videoteca: testimonianze visive in pellicola o su nastro magnetico relative all'attività e alla vita aziendale: visite, incontri, conferenze, conventions, attività promozionali, inaugurazioni. E una raccolta di opere cinematografiche che hanno la pasta come protagonista. Dal 1977 in poi.
Fototeca: l'intero corpus fotografico relativo all'Azienda, dal 1913 ad oggi.
Nastroteca: testimonianze audio, interviste, nastri, dischi e alcune lacche relative alla vita e all'attività di formazione aziendale. Dal 1958 in poi.

Complessivamente un totale di 30.394 documenti descritti da un catalogo automatizzato su un computer residente le cui schede sono redatte sulla base di norme specifiche per i materiali descritti:
La ricerca a catalogo è possibile attraverso l’accesso per titolo/intestazione del documento descritto, per autore, per categoria di appartenenza, per parole chiave e per data. Ad essi si aggiungono accessi specifici per le varie categorie in cui sono organizzati i documenti, come di seguito elencate:

Bilanci: raccolta completa dei bilanci aziendali Barilla dal 1962, anno di nascita della S.p.A. Compresi, per il periodo 1970-1978, anche quelli della Grace, azionista di riferimento in quegli anni.

Calendari: estremamente significativa la piccola serie dei calendari promozionali, stampati da Barilla dagli anni Dieci fino al secondo conflitto mondiale. Vi figurano illustratori di prestigio: da Erberto Carboni a Emma Bonazzi, da Adolfo Busi a Luciano Bonacini.

Cartoline: le cartoline promozionali realizzate dall'azienda dal primo decennio del ‘900 ad oggi, nonché una ricchissima collezione di oltre 500 pezzi sul tema del grano, del pane, della pasta e dei pastifici.

Cataloghi: i cataloghi di vendita delle linee pasta (dal 1916 ad oggi) e del marchio Mulino Bianco (dal 1975).

Confezioni: a partire dal 1916 per Barilla e dal 1975 per Mulino Bianco. In ordine cronologico, le confezioni di pasta e prodotti Barilla e, per tipologia, i prodotti Mulino Bianco.

Famiglia Barilla: immagini e documenti relativi alla storia, alla genealogia, alle personalità e alle attività dei membri della famiglia, da Ovidius, fornaio nel XVI° secolo, a Guido, attuale Presidente della Società

Macchinari: recuperati e restaurati: un mulino a pietra del XIX° secolo; un pastificio a ciclo completo; una serie di attrezzi contadini impiegati per il ciclo del grano; e una serie di strumenti per la panificazione e la produzione della pasta nel XIX° e XX° secolo.

Materiale Pubblicitario:

Stampa: dal 1914, tutti gli annunci pubblicitari su stampa quotidiana e periodica dei marchi Barilla, Mulino Bianco e Pavesi.
Affissioni: dai cartelli vetrina e da negozio degli anni Venti ai poster dei nostri giorni, oltre 150 manifesti per ripercorrere la storia della grafica dei marchi Barilla e Mulino Bianco.
Radio: le pubblicità radiofoniche Barilla e Mulino Bianco, ordinate cronologicamente dal 1968 e rese disponibili su vari tipi di supporto professionale, dal nastro magnetico al Dat.

Cinema – TV:
i filmati pubblicitari proiettati nelle sale cinematografiche negli anni Cinquanta e gli oltre 600, tra Caroselli e spot, mandati in onda dal 1958 ad oggi. La serie, differenziata fra i vari marchi del Gruppo Barilla, è disponibile in versione Beta, U-Matic e VHS (fino al 1980 anche le pellicole originali in 35 mm). Vi figurano importanti registi: da Valerio Zurlini a Piero Gherardi, da Antonello Falqui a Richard Lester, da Mauro Bolognini a Enzo Trapani; da Federico Fellini a Nikita Michalkov, da David Lynch a Ridley Scott, da Vittorio Storaro a Giuseppe Tornatore.

Depliantistica:
dépliant e stampati promozionali per la presentazione di nuovi prodotti, o a supporto delle campagne di vendita, o per il lancio di campagne pubblicitarie, dal 1910 ad oggi per Barilla e, dal 1975, per Mulino Bianco.

Materiale per il Punto Vendita:
locandine, strisce da banco e da scaffale, vetrofanie, flash, espositori, suppellettili ed altro, utilizzati per arredare ed abbigliare il punto vendita, dal negozio di piccole dimensioni al grande centro commerciale. A partire dal 1950 per i marchi Barilla, dal 1975 per Mulino Bianco. Cospicuo il fondo espositori del marchio Pavesi.

Promozionali. Fin dagli anni Trenta l'azienda inizia a "premiare" il consumatore fedele attraverso oggetti promozionali. Con la nascita di Mulino Bianco e il lancio dell'ormai famoso Coccio, la promozione assume un ruolo di rilievo nella storia aziendale. Sono conservati gli oggetti che, anno dopo anno, sono entrati nelle case di milioni di famiglie, portando ovunque l'immagine Barilla: dalle oltre 700 differenti piccole sorprese Mulino Bianco, a piatti, posate, suppellettili e oggetti che i marchi Barilla, Mulino Bianco e Pavesi hanno proposto fino al 1996.

Modulistica: una vasta serie di materiali stampati - buste, moduli, carte intestate, fatture, tratte, schede e incartamenti – prodotti a partire dal 1909 – caratterizzati dalla presenza del marchio aziendale, di cui si può studiare l'evoluzione.

Onoreficenze:
i numerosi premi e onorificenze di cui Barilla o i suoi titolari sono stati insigniti negli anni, a partire dal 1908, data della prima targa d'oro guadagnata all'Esposizione Internazionale di Roma.

Rassegna Stampa:
la raccolta dei ritagli della stampa quotidiana e periodica, italiana e straniera, relativi alla Società dal 1911 ad oggi

Ricettari:
tutti i ricettari manoscritti e a stampa, prodotti a partire dai primi anni del secondo dopoguerra. Fin dagli anni Trenta la Barilla realizza ricettari per diffondere e promuovere la cultura gastronomica legata alla pasta, ma dal 1945 questa forma di comunicazione diventa fondamentale, in particolare all'estero.Le collezioni vengono implementate per acquisizioni, doni e con la documentazione delle nuove attività dell’azienda.
L'’accessibilità è consentita a tutti i fondi conservati con l’eccezione del fondo archivistico della Presidenza che per rispetto di questioni sensibili è al momento consultabile fino al 1993, anno della morte di Pietro Barilla.

Consultazione e fotocopie in loco; il prestito è escluso.

Ricerca elettronica della documentazione.

Riproduzioni fotografiche (5 gg.)

Copie di filmati standard VHS, U-Matic, Beta, Digitale (5 gg.)

L'’Archivio Storico collabora con altri enti e istituzioni alla realizzazione di iniziative culturali e per attività di studio e ricerca.

Data dell'ultimo aggiornamento:
29/01/2019